Archivi tag: informazioni

Il ritorno alla terra

In un’era come quella in cui viviamo, frenetica e che lascia sempre meno spazio ai rapporti sociali e alla coltivazione dei propri interessi personali, molti giovani decidono di dire basta e ritornare alla campagna. La riscoperta del mondo rurale, a contatto con la natura e con la terra, sta acquistando sempre più consensi soprattutto da parte dei giovani, i quali, complice anche la sempre minore offerta di lavoro da parte delle aziende, decidono in numero sempre più cospicuo di abbandonare le grandi città per addentrarsi in una realtà nuova, emozionante e, anche se faticosa, molto appagante.

I giovani che hanno a disposizione un terreno, magari ereditato dai nonni che facevano i contadini e coltivavano la terra, non sono numerosi, in misura più cospicua sono coloro che decidono di investire i propri risparmi per acquistare un appezzamento di terra e, su quello, iniziare la propria attività.

La riscoperta del mondo rurale ha portato molte associazioni, come Coldiretti e le organizzazioni a favore delle nuove attività agricole, a stanziare fondi per promuovere la coltivazione e l’apertura di imprese legate all’allevamento e all’agricoltura sul territorio nazionale. Questa opportunità ha consentito, negli anni, a coloro che hanno abbracciato la riscoperta del mondo rurale, di impiegare i soldi stanziati dalle Province e dalle Regioni per realizzare i propri sogni. Ciò che è fondamentale, per diventare agricoltori e/o allevatori, è avere in mente un progetto e, facendosi aiutare dagli esperti del settore, frequentando corsi appositi e affiancandosi magari per un periodo a coltivatori e allevatori competenti, le possibilità di avere successo nel settore sono elevate.

E per la gioia dei giovani torinesi…riaprono i Murazzi!

murazzi-targa

Quando ne è stata annunciata la chiusura di tutti i locali, i giovani, ma non solo, del bel capoluogo piemontese hanno storto parecchio il naso, ma non solo! “E adesso dove andremo? I Murazzi hanno chiuso, non è possibile!”. Si è a lungo parlato del perché e del per come il centro divertimenti per eccellenza di Torino sia stato costretto a chiudere i battenti, ma adesso è tutta acqua passata! Chi ringraziare per questa splendida notizia? Ad averci “messo il becco” sono stati l’Arcis e l’Aics, due associazioni culturali chiamate il causa proprio dal comune di Torino e che grazie ad un duro lavoro sono riuscite a rimettere sui binari i tanto amati Murazzi! Manca poco, anzi, manca pochissimo alla riapertura: tra meno di due settimane i torinesi potranno tornare a passeggiare e a ballare nei locali del Lungo Po, sorseggiando bevande in compagnia degli amici e, naturalmente, della musica, compagna assolutamente imprescindibile e indiscussa! Il 20 luglio, quindi, verranno allestiti dei punti divertimento esterni e ancora temporanei, richiamando molto l’atmosfera e l’organizzazione dei famosi Punti Verdi distribuiti sul suolo torinese. Il target di riferimento dei Murazzi, però, subirà qualche cambiamento, e sarà infatti pensato per rispondere ai desideri di divertimento di tutti i torinesi, anche coloro che vogliono trascorrere del tempo a contatto con l’arte e con la cultura! Non ci resta dunque se non pazientare ancora qualche giorno e poi…tutti in pista, Torino festeggia la riapertura dei Murazzi!